Integrazione architettonica

L’attuale Conto Energia premia l’integrazione architettonica degli impianti fotovoltaici attraverso una differenziazione del regime di incentivazione.

 

Totale integrazione architettonica

Gli incentivi massimi sono garantiti agli impianti totalmente integrati, cioè gli impianti in cui i moduli fotovoltaici sono parte integrante della copertura/parete e vengono utilizzati in sostituzione di tegole o altri elementi di chiusura.

 

totale int2.jpg

 

Parziale integrazione architettonica

Incentivi più bassi sono previsti per gli impianti parzialmente integrati architettonicamente, cioè gli impianti realizzati su superfici di copertura o a parete, in cui i moduli sono sovrapposti agli elementi di chiusura (tegole, lamiera ecc….). In caso di tetto inclinato, l’impianto è considerato parzialmente integrato se ha la stessa inclinazione della falda del tetto, in caso di tetto piano è possibile conferire ai moduli una diversa inclinazione.

 

parziale int3.JPG

 

Impianti non integrati architettonicamente

Sono considerati impianti non integrati architettonicamente, e accedono quindi alle tariffe più basse degli incentivi in conto energia, tutti quelli che non rientrano altre due categorie.

 

Integrazione architettonicaultima modifica: 2010-08-29T21:09:00+00:00da certificatore09
Reposta per primo quest’articolo